Turchia: patria di Macun e Lokum, i dolci prodigiosi

//Turchia: patria di Macun e Lokum, i dolci prodigiosi

Il Macuncu

L’ho conosciuto in un giorno di festa per le vie di Instambul. Tra gli innumerevoli venditori ambulanti che gremivano le strade della più grande metropoli turca, questo personaggio dai tratti fiabeschi mi ha attirata come un magnete e così, facendomi largo tra la folla in movimento, mi sono conquistata un piccolo spazio dove fermarmi e da lì scoprire che..

Questi personaggi, che erano in genere anziani e barbuti sono ormai scomparsi. Vendevano i dolci e colorati Macun agli angoli delle strade, richiamando con il suono della voce bambini e genitori. Oggi è possibile trovare venditori che rievocano l’antico mestiere ma solo durante i festeggiamenti per la fine del Ramadan e in occasioni altrettanto speciali.

IL MACUN somiglia alle nostre lecca lecca, è molto popolare tra i bambini e si prepara con una grande quantità di erbe e di spezie. Si vende adagiato su scomparti triangolari separati gli uni dagli altri, raccolti su un vassoio di latta e trasportato dal Macuncu (venditore di Macun) su un carretto a due ruote. La gustosa caramella si ottiene arrotolando abilmente la pasta di differenti colori intorno ad un bastoncino di legno.

Questo dolce è stato inventato nel 1527 per ordine del sultano Solimano il Magnifico. Sembra che la  moglie del Sultano Selim e sua madre, fossero gravemente malate. In mancanza di cure adatte alla loro malattia, il capo della Moschea, Efendi, preparò per loro una mistura di erbe e di spezie che riuscì a guarire le due donne. Felice del risultato il Sultano Suleyman, grato a quel preparato prodigioso, decise di dichiararlo  dolce nazionale e per celebrare la guarigione della moglie e della madre ne ordinò la gratuita distribuzione ad ogni primavera, una decisione che fece la gioia di tutto il Paese.

Secondo la leggenda, questa magica mistura è costituita da quarantuno ingredienti, che hanno il potere di guarire ben quarantuno disturbi psicofisici. Il gusto del Macun è super-potente e molto diverso da qualsiasi altra caramelle abbiate mai assaggiato. Il dolce è oggi ben lontano dall’essere quello inventato alla corte del Sultano. Si presenta come cinque diverse qualità di zucchero caramellato, il Tarihi Osmanlı Macunu, disposte a spirale sulla bacchetta di legno.

La Turchia ha chiesto all’UNESCO di includere il Macun nella lista dei Patrimoni dell’Umanità.

Il Lokum

Oltre al Macun, la Turchia è la patria di un altro dolce di fama mondiale. Il dolce che la Strega bianca usa in Cronache di Narnia, per sedurre il piccolo Edmund, che più di ogni altra cosa al mondo avrebbe voluto mangiare un Lokum. La strega gliene regala un’intera scatola pur di mantenere il mondo avvolto nel gelido inverno.

Anche il Lokum ha origini antichissime e anch’esso ha come protagonista un Sultano che assoggettava le mogli con il cibo. Per conquistarne una particolarmente bella, della quale si era follemente innamorato, ordinò ai suoi cucinieri di realizzare un dolce dai potenti poteri seduttivi, il Lokum appunto. Da allora servire a tavola e regalare i Lokum in scatole impreziosite artigianalmente è diventata quasi una pratica devozionale.

Il lokum, la cui parola significa letteralmente delizia turca, è fatto con gelatina di amido e zucchero, aromatizzata con diversi sapori, impastata con frutta secca e ricoperta di zucchero a velo.

Per guardare il video in cui la strega bianca seduce Edmund, cliccate nel link

https://youtu.be/SFd0SP_ZiV8

Il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più leggi l'informativa. Ok